Come sopravvivere alla discussione della tua tesi di dottorato in economia

Istruzione superiore

Come sopravvivere alla discussione della tua tesi di dottorato in economia

Una volta consegnata la tesi, hai ancora una grande sfida da superare prima di finire il tuo dottorato: la discussione della tesi. Questa è un’opportunità per presentare pubblicamente la tua ricerca e per rispondere alle domande della tua commissione di tesi. Il processo può essere difficile, soprattutto se non hai mai dovuto fare niente del genere prima d’ora. Detto questo, ci sono alcuni modi per assicurarti che tu sopravviva, e anche che riesca a cavartela bene, alla discussione della tua tesi.Defending your PhD thesis

Preparati prima della discussione

Il modo migliore per familiarizzare con la tua discussione è quello di esercitarti con la tua presentazione un sacco di volte. Se puoi, trova una stanza grande, simile a quella che userai il grande giorno, e allenati a presentare ai tuoi amici o colleghi. Esegui l’intera presentazione, comprese le diapositive e le domande alla fine, e familiarizza con il formato.

Può essere utile anche osservare le discussioni altrui per sapere cosa aspettarti. Presenzia ad alcune discussioni del tuo dipartimento per farti un’idea dell’atmosfera e dello stile appropriati. Ricordati di contattare il tuo supervisore e la commissione di tesi nelle settimane precedenti la discussione, per scoprire se ci sono particolari dubbi o problemi che vogliono che tu affronti. Parla anche con il personale amministrativo, e scopri i dettagli sulla sala nella quale presenterai la tua tesi, quali computer o attrezzature audiovisive sono disponibili e quante persone probabilmente parteciperanno. Il giorno della vostra discussione o qualche giorno prima, vai nell’aula in cui presenterai la tua tesi e assicurati di poter caricare e visualizzare le tue diapositive. Fai particolare attenzione alla corretta visualizzazione di immagini, tabelle e grafici.

Presenta la tua tesi

Vuoi che la tua presentazione sia fluida e ben eseguita, ma non robotica. Non cercare di memorizzare esattamente la tua presentazione, e soprattutto non leggere direttamente dagli appunti, ma piuttosto cerca di parlare in modo naturale e conversazionale, e usa dei bigliettini di sintesi piuttosto che un vero e proprio copione. Le persone tendono a parlare più velocemente quando sono nervose, quindi fai un respiro profondo e cerca di parlare lentamente, mentre presenti la tua presentazione. Quando ti eserciti, assicurati di cronometrarti, così da rispettare i tempi di esposizione senza andare troppo oltre o troppo sotto il tuo limite di tempo.

Sarà utile sia per te che per il tuo pubblico che le tue slide siano minimaliste e non contengano troppo testo. Inserisci su ogni slide alcuni punti chiave, così potrai leggerli per ricordare a che punto sei della tua esposizione e il tuo pubblico potrà farvi riferimento per una descrizione di base; ma non riempire le slide con paragrafi di testo minuscolo! Metti dei numeri sulle tue diapositive, e crea una slide iniziale che descriva la struttura della tua presentazione: questo aiuterà il pubblico a seguirti. Porta con te delle copie cartacee delle tue slide da consegnare alla tua commissione, in modo che possano facilmente fare riferimento a qualsiasi diapositiva, se necessario.

Per fare davvero colpo con la tua presentazione, puoi ridurre il materiale all’essenziale e inserire tutto il materiale extra nelle diapositive in appendice. Se qualcuno ti farà una domanda su dati o idee specifiche che non hai avuto il tempo di trattare nella tua presentazione, puoi indirizzarlo alla relativa diapositiva in appendice. Vestiti in modo elegante ma confortevole: questa è la buona occasione per indossare un completo, se ne hai uno. In caso contrario, pantaloni eleganti, una camicia stirata in tinta unita e scarpe basse sono sempre una buona scelta. Se ti ritrovi a muovere le mani nervosamente, allora prendi un puntatore laser, i biglietti di sintesi, o usa un podio in modo da avere qualcosa con cui occupare le tue mani mentre presenti.

Affronta le domande

La parte della discussione che rende innervosisce la maggior parte delle persone è dover rispondere alle domande della commissione di tesi e di altri dopo la presentazione. La commissione può fare anche domande approfondite o difficili, ma non cerca di farti fallire: vuole solo assicurarsi che tu conosca il tuo materiale. La cosa più importante da ricordare è che va bene dire che non conosci la risposta a una domanda! Puoi rispondere in modo speculativo, purché sia chiaro che è quello che si sta facendo: per esempio, puoi dire “non ho cercato di capire se questo effetto appare cross-culturale, ma ipotizzerei che…”. Puoi anche parlare di come affronterai la questione in una ricerca futura. Infine, a volte la gente può divagare un po’ mentre fa delle domande, quindi ricordati che potrai chiedere chiarimenti o che ti venga ripetuta la domanda, se non l’hai capita. Ti auguriamo buona fortuna per la tua tesi di laurea!