In che modo il mercato del lavoro dell'economia è stato influenzato dal Coronavirus? - Introduzione al Salary Report

INOMICS Salary Report 2020

In che modo il mercato del lavoro dell'economia è stato influenzato dal Coronavirus? - Introduzione al Salary Report

Da

Nel 2020, INOMICS ha effettuato ancora una volta la sua indagine sugli stipendi, esaminando lo stato e la salute della professione economica in tutto il mondo. Come negli anni precedenti, l’indagine ha preso in considerazione la retribuzione, il settore, l’anzianità, la posizione, il genere e il background educativo. La nostra indagine per il 2020 è stata lanciata in primavera, quando i casi di coronavirus hanno iniziato ad aumentare in modo esponenziale in tutto il mondo. Di conseguenza, abbiamo aggiunto nuove domande relative alla pandemia di coronavirus per valutare l’effetto della crisi sugli economisti e sugli studenti di economia.

INOMICS si trova in una posizione unica per esaminare un ampio e coinvolto sottoinsieme di economisti provenienti da una vasta gamma di paesi e in una grande varietà di fasi di carriera. Sulla base di questi dati, pur riconoscendo i limiti di un campione ristretto, siamo in grado di fare osservazioni chiave sullo stato generale e regionale degli stipendi degli economisti, sull’entità della diversità di genere nelle diverse fasi di carriera e sul valore dei diversi livelli di istruzione in termini di retribuzione successivamente raggiunti.

Oltre 1.500 economisti hanno completato l’indagine fino ad oggi, con una raccolta di dati che si protrarrà fino alla fine di dicembre 2020. INOMICS pubblicherà i risultati completi della nostra indagine sugli stipendi nella prima metà del 2021 come report indipendente. Questo report sarà anche leggermente diverso da quelli che abbiamo fatto in passato, in quanto abbiamo incluso anche una sezione in cui gli economisti potranno raccontare le loro esperienze aneddotiche sulla pandemia. Questo aggiungerà un tocco personale al report.

Mentre lavoriamo alla finalizzazione dei risultati del report generale sugli stipendi, nelle prossime settimane discuteremo alcuni dei nostri risultati preliminari provenienti dalla sezione coronavirus. Questo comprenderà commenti sulle disparità geografiche nel livello di incisività della crisi che abbiamo riscontrato, e se e come le disuguaglianze preesistenti nel mercato del lavoro nel settore economico si sono accentuate a seguito della pandemia.

I risultati principali dell'indagine sui salari relativi alla pandemia includono:

  • Un terzo dei posti di lavoro degli economisti sono stati influenzati negativamente dalla pandemia del Coronavirus. Questo include il licenziamento, la riduzione delle ore o dello stipendio, il mancato rinnovo del contratto e la cancellazione o il ritardo di una promozione programmata. Questo non include cambiamenti nel modo in cui le persone lavorano, come il lavoro o l'insegnamento da casa.
  • Il 6% degli economisti ha dichiarato di aver perso il lavoro a causa della pandemia.
  • Gli economisti del settore privato sono stati colpiti più duramente di quelli del settore pubblico o del mondo accademico.
  • Gli economisti del Sud del mondo sono stati più colpiti rispetto a quelli del Nord del mondo. Il 62% degli economisti in Africa e il 56% nell’Asia meridionale hanno riferito di essere stati influenzati negativamente dalla pandemia a livello professionale, contro appena il 23% del Nord America e solo il 16% dell’Europa occidentale.
  • Oltre la metà degli economisti (55%) ritiene di non aver ricevuto sufficiente supporto e formazione per lavorare a distanza o per passare agli strumenti digitali.
  • C’è una chiara tendenza verso il lavoro a distanza e importanti cambiamenti per gli economisti nell’equilibrio tra lavoro e vita privata.
  • Fortunatamente, la maggior parte degli economisti è stata in grado di mantenere il proprio impiego in qualche forma.

Nonostante le difficoltà attuali, il quadro non è universalmente cupo. Anche se hanno dovuto adattarsi al lavoro digitale e da casa, la maggior parte degli economisti del Nord del mondo ha potuto almeno in larga misura continuare la propria vita professionale. Nuovi posti di lavoro vengono ancora pubblicati su INOMICS frequentemente, e con la prospettiva di una qualche forma di programma di vaccinazione nel 2021, c’è almeno il potenziale per una ripresa nel prossimo futuro.

Completa l'indagine salariale per il settore economico

Se sei un economista e non l’hai ancora fatto, assicurati di completare il sondaggio sugli stipendi: i contributi fino alla fine di dicembre 2020 saranno conteggiati nel report attuale, mentre quelli successivi saranno utilizzati per l’indagine dell’anno prossimo. Inoltre, non dimenticare di creare un account su INOMICS per ricevere notifiche su tutte le nostre prossime pubblicazioni, nonché avvisi su lavori, programmi e conferenze direttamente nella tua casella di posta.